Concorso pubblico annullato: La commissione condannata per danno erariale

Queste sono le conclusioni a cui è pervenuta La Corte dei Conti – Sezione giurisdizionale per la Regione Lazio con la sentenza n. 18 del 10/01/2018[1], condannando per danno erariale l’intera Commissione di Concorso.

Nel caso di specie, i partecipanti al concorso lamentavano l’ipotesi dell’eccesso di potere per travisamento dei fatti, illogicità manifesta e palese disparità di trattamento poiché il vincitore di concorso avrebbe sbagliato nella indicazione della norma sanzionatoria da applicare nel caso prospettato dalla prova pratica del concorso. Tanto più che anche il 5° e 6° classificato avevano effettuato lo stesso errore ed erano stati valutati con il punteggio di 21/30 contro i 28/30 del vincitore.

Conseguenza è che dalle errate valutazioni delle prove da parte della Commissione è derivato l’annullamento degli atti della procedura concorsuale e della revoca della nomina del primo classificato.

La Procura della Corte dei Conti ha ritenuto, inoltre, il comportamento della Commissione di concorso gravemente colposo se si considera che la disamina delle prove si inserisce in un ambito tutelato dai principi fondamentali di buona amministrazione, lo scopo essenziale della procedura concorsuale è quello della migliore selezione dei concorrenti, in quanto l’interesse pubblico da
perseguire è quello della scelta dei candidati più idonei alla copertura dei posti messi a concorso.

[1] La Sentenza é disponibile in archivio digitale

Leave a Reply